MPLANE

L’ubiquità di accesso a Internet, la grande varietà di dispositivi per la navigazione WEB e l’utilizzo di applicazioni eterogenee, hanno fatto si che Internet sia diventato uno dei pilastri principali della società dell’informazione.
Tuttavia, la sua natura distribuita, comporta alcune fragilità e induce reali difficoltà operative nella ricerca ed identificazione delle cause dei problemi legati alla disponibilità dei servizi e alle prestazioni delle connessioni.

l primo passo per migliorare questa situazione è la “misurazione” attraverso piani di controllo automatici per individuare e prevedere le dinamiche, attualmente oscure, che riducono le performance della rete.
Il Progetto
Questo è in sintesi lo scopo del progetto mPlane, che consiste in un’ infrastruttura di misura distribuita geograficamente, capace di eseguire attivamente, passivamente ed in modalità ibrida, diverse misurazioni in modo dinamico. Tutti i dati saranno registrati in un repository dove, attraverso elaborazioni parallele e tecniche di Data Mining, sarà possibile derivare analisi e modelli che possano individuare i “colli di bottiglia” e migliorare le comunicazioni della rete.
I risultati del progetto saranno utili sia ai Provider Internet (ISP) che potranno avere i dati completi della propria infrastruttura, e all’occorrenza migliorare i propri livelli di servizio, mentre i fornitori di applicazioni acquisiranno importanti indicatori per migliorare la gestione dei problemi relativi alle prestazioni delle proprie applicazioni.

I numeri del progetto
Progetto finanziato nell’ambito del 7 Programma Quadro (FP7) della Comunità Europea.

  • Inizio: 2012
  • Durata: 36 mesi
  • Effort: 1.200 mesi uomo
  • Costo del progetto: 11,2 M€
  • Consorzio formato da sedici partner europei tra aziende, atenei e centri di ricerca pubblici e privati
  • Sito: www.ict-mplane.eu